ddl per il riassetto dell'informazione geografica


Delega al Governo per il riassetto delle strutture competenti in materia di
gestione e fruizione dell’informazione geografica digitale, nonche´ per il piu`
razionale utilizzo della stessa al fine dello sviluppo dei servizi connessi

link al ddl: http://www.senato.it/service/PDF/PDFServer/BGT/00658075.pdf


DISEGNO DI LEGGE
Art. 1.
1. Il Governo e` delegato ad adottare, entro sei mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge, uno o piu` decreti legislativi recanti norme per l’adeguamento delle infrastrutture informatiche delle amministrazioni pubbliche ad una efficace e piu` efficiente gestione, trattamento e fruizione dell’informazione geografica digitale, rettificando e integrando la normativa esistente, con particolare riguardo al decreto legislativo 27 gennaio 2010, n. 32, che ha recepito la direttiva 2007/2/CE del Parlamento europeo e del
Consiglio del 14 marzo 2007 (INSPIRE), e al decreto legislativo 1º dicembre 2009, n. 177, tenendo altresı` conto dei seguenti principi e criteri direttivi:
a) integrare il recepimento della citata direttiva 2007/2/CE del 14 marzo 2007 includendo tra le finalita` e gli ambiti di applicazione della normativa anche obiettivi diversi da quelli relativi alla politica ambientale, inserendovi un piu` generale riferimento al governo del territorio e allo sviluppo sostenibile, alla programmazione, realizzazione e monitoraggio degli interventi sulle reti infrastrutturali e alla gestione di esercizio delle medesime reti, e anche in vista di un utilizzo piu` esteso dell’infrastruttura europea per l’informazione territoriale da parte della pubblica amministrazione nell’ambito della strategia di e-govemment per l’erogazione di servizi piu` efficienti ai cittadini, e da parte delle imprese per finalita` di carattere economico e imprenditoriale;
b) modificare l’assetto delle competenze sull’attuazione della citata direttiva 2007/2/CE (INSPIRE), in materia di cartografia digitale e di infrastruttura per l’informazione territoriale nel senso di seguito indicato:
1) attribuzione delle funzioni di individuazione e programmazione degli interventi relativi all’attuazione della direttiva di cui alla lettera a) e alla realizzazione dell’infrastruttura per l’informazione territoriale ad
un tavolo tecnico permanente, istituito con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri in seno all’Ente per la digitalizzazione della Pubblica Amministrazione (DigitPA), al quale prendono parte un numero massimo di quindici esperti di comprovata esperienza in materia di gestione dei dati territoriali, di informazione geografica digitale e di servizi in rete, nonche´ un rappresentante per ciascuno dei Ministeri dello sviluppo economico, dell’istruzione, dell’universita` e della ricerca, delle infrastrutture e dei trasporti e
della difesa;
2) attribuzione alla Consulta nazionale per l’informazione territoriale ed ambientale di cui all’articolo 11, comma 1, del decreto legislativo 27 gennaio 2010, n. 32, esclusivamente delle competenze in materia di vigilanza sui risvolti in campo ambientale che derivano dall’esercizio delle competenze di cui al numero 1);
c) provvedere al riassetto organizzativo della DigitPA istituendo al proprio interno una struttura di segreteria tecnica dotata delle competenze adeguate per supportare le attivita` del tavolo tecnico di cui alla lettera b),
numero 1), e alla quale dovra` altresı` essere affidato il compito di coordinamento tra il predetto tavolo tecnico e le analoghe strutture esistenti a livello territoriale in particolare presso le singole regioni e province
autonome

Post popolari in questo blog

I fossili più vecchi del mondo sembrano ora essere rocce schiacciate

Abbiamo scoperto una nuova particella, ma non dovrebbe esistere